Pubblicati da soniapendola

,

Cuba blues.

(4 settembre, 2013. H. 20:45. Porto di Chios) Ne esce di roba, mentre l’equipaggio della Ertürk fa manovre per l’attracco, lancia cime e grida cose che non capisco se in turco o se in greco, ne esce di roba come la mastica dal lentisco, che i contadini dicono pianga mentre fanno la raccolta del prezioso […]

,

Mare, gabbiani e profumo di timo

      Dalla mia ossessione per le isole è nato un romanzo ancora senza titolo, la storia di una figlia che rapisce il padre malato terminale per portarlo su un’isola, al sud. E’ un viaggio per recuperare un po’ della storia comune con un padre un tempo terribile è incredibile come Hulk, prima che sia […]

,

A fugir !

fugir è un’espressione portoghese di commento a una cosa, spettacolo, evento di pessima qualità. L’ho scoperto anni fa a Lisbona tentando di leggere cosa davano al cinema. L’ho trovato tanto estremo quanto sincero e appropriato. Quando la realtà è di pessima qualità: meglio fuggire: su un’isola, dentro un libro, un quadro, un film… Il ricco editore […]

,

Compagni di viaggio

In tempi come questi la fuga è l’unico mezzo per sentirsi vivi e continuare a sognare.” (Henri Laborit) Il mio vicino turco sul pulmann per Cesme, quello che nònza, per capirci, sta leggendo i Dubliners di Joyce, ma non riesco a sbirciare a quale racconto è arrivato. Il controllore passa a fare biglietti e a […]

,

φωτογραφίες (non ricordo più cosa significa)

Settembre 2013, Smirne, Turchia (Poi sono andata a vedere e significa Fotografie, chissà cosa intendevo…)  Comunque… Premessa: in Turchia inglese poco e niente, i turchi sanno essere tanto galanti e gentili quanto scortesi e rognosi (il che è sempre meglio di una melensa via di mezzo politically correct = ti accontento perché paghi); terzo : […]

,

Isolitudini

Solo ♥ traveller – Settembre 2013 Viaggiare da soli presenta un vantaggio: le attenzioni di cui sei oggetto non sono le stesse che riceve chi viaggia in coppia o in gruppo, che spesso non vede o vede a metà, non rispetta, trascura, si distrae a commentare, a criticare magari per riempire la noia di un  momento […]

,

Si viaggia per raccontare

Izmir, settembre 2013 Per la prima volta dopo mesi mi sveglio (ormai prevedibilmente) all’alba, ma non sono agitata, non mi batte il cuore all’impazzata, non mi canta lo stomaco, cantano dal minareto sulla collinetta vicina. Esatto, quella sopra è la vista dalla mia finestra; sotto c’è la mia stanza, con colazione Continental (da quale sponda […]

Viaggio e buonsenso

È piuttosto volgare, il buon senso. Abbassa il livello delle aspirazioni, valuta le possibilità di successo e soprattutto quelle del fallimento, calcola. Il coraggio, la sincerità e l’istinto non hanno nessuna possibilità di resistergli, se gli dai il tempo di organizzarsi e di preparare la controffensiva. L’impulso che ci spinge a cambiare, il vento che […]

,

Turkey’s Victory day

Agosto 2013 Volo TK 1362 Roma – Istanbul, cosa c’entra la Turchia chiederanno i miei fedeli lettori (e io con loro) mentre gli assistenti di volo cominciano a sgambettare anzitempo su e giù per il corridoio, raccolgono l’ultima rumenta e ci raccomandano di stare belli seduti e composti, non perché stiamo per atterrare, c’è ancora […]