Compagno di scuola / 2

 

      

 

Caro co(mpagno) di sc(uola) che da ora in poi abbreviamo che si fa prima, ritrovarti è stato il regalo di compleanno più bello, e non avrei mai smesso di parlare non fosse che sul Gargano  la connessione fa più schifo che a Piombino, e poi ci avevo la madre irrequieta che voleva rientrare alla base, ché mia madre devi sapere c’ha l’angoscia che più si allontana da casa più aumenta il pericolo che succeda qualcosa, angoscia che io ho all’incontrario, pensa te, mentre se succede qualcosa lontano da casa poi sono ‘azzi pensa lei, che lei la vive un po’ come un divieto biblico questa cosa della distanza, undicesino : non ti allontanare! Vabbé, dicevo chissà se anche questo mio esperimento scivolerà nel barile olioso dei miei mille tentativi di riprendere il filo andati a male. Chissà.

[Continua qui]

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *