Vado al campus!

Pronti alla partenza per il campus estivo di super digitally creative teacher, come sempre parto con l’acqua alla gola, con qualcosa da ultimare che lascio indietro. I compiti li ho fatti a metà, mi sono presentata e ho condiviso la presentazione con i miei futuri compagni di corso ma non ho completato l’assignement o mi saltava il nuovo contratto con il nuovo inquilino, locazione ad uso abitativo transitorio. Io sempre in transito, semper! 

Perdippiù, ieri sera mentre organizzavo le cose da scrivere all’amica del   che mi ha fatto un super Regalo di compleanno, mi sono distratta, ho perso il filo pensando alla storia della coppia che transiterà  in casa mia per un po’. Lei veneta, lui toscano, conosciuti in terra apuana.

E… come mai? (Non ho resistito)

Storia d’amore e di soccorso. Lei era rimasta a piedi. Lui le ha detto, Ti porto io.

Cos’è amarsi alla fine se non soccorrersi?
Lasciarsi portare.
E insieme andare.
Evitando le buche più dure.

Let’s drive…

 

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *