Una città, un cappello e una gallina

, ,

Secondo alcune ipotesi il nome di questa città deriverebbe dal latino liburna (una nave veloce da guerra) o dal nome del popolo illirico dei Liburni. In inglese non si capisce come mai sia foneticamente assimilato a una gallina o a un cappello di paglia.
Wikipedia informa che il piccolo villaggio labronico, posto intorno ad una cala naturale a pochi chilometri a sud della foce dell’Arno, collaborava già in epoca medioevale col vicino Porto Pisano; ad esempio, nei pressi di Livorno, in località Santo Stefano ai Lupi, si trovavano una pieve (attuale Cappella di Santo Stefano) e un’importante fonte d’acqua sorgiva per il rifornimento delle navi del porto. Sicuramente (questo l’ho preso su vespucci.edu.it/storiadilivorno.pdf) il piccolo villaggio labronico, posto intorno ad una cala naturale a pochi chilometri a sud della foce dell’Arno, collaborava in epoca medioevale col vicino Porto Pisano; ad esempio, nei pressi di Livorno, in località Santo Stefano ai Lupi, si trovavano una pieve (attuale Cappella di Santo Stefano) e un’importante fonte d’acqua sorgiva per il rifornimento delle navi del porto.
A differenza delle altre città toscane, quali Firenze, Lucca o Pisa, che vivevano stagioni di grande vivacità artistica, in quest’epoca Livorno rimase ai margini della storia. Tuttavia, il naturale e progressivo insabbiamento dell’antico Porto Pisano coincise con l’affermazione del piccolo villaggio: i Pisani decisero di favorire lo sviluppo dello scalo labronico con la costruzione di un maestoso faro (noto come Fanale dei Pisani), di una fortificazione a pianta quadrata (la “Rocca Nuova” o “Quadratura dei Pisani”, nucleo più antico di quella che sarà poi la Fortezza Vecchia) e, nel 1392, chiusero l’abitato all’interno di una cinta muraria.

 

                     

L’altra cosa che ho scoperto è che mamma Franca (alias Roberta Pellicce) si è spenta a Livorno il 1 febbraio 2017.
R.I.P.

4 commenti
    • Avatar
      Sonia Pendola dice:

      (…) “i Pisani decisero di favorire lo sviluppo dello scalo labronico con la costruzione di un maestoso faro (noto come Fanale dei Pisani), [n.b : “dei pisani”! ] , “di una fortificazione a pianta quadrata (la “Rocca Nuova” o “Quadratura dei Pisani”, nucleo più antico di quella che sarà poi la Fortezza Vecchia) , [cioè in pratica vanno a casa loro, e costruiscono edifici dagli attributi “pisani” ! No, dico…].
      Quindi…”e, nel 1392, chiusero l’abitato all’interno di una cinta muraria.
      Cioè li rinchiudono a casa loro !
      Se questo non è amore…
      😁

      Rispondi
  1. Avatar
    Mario dice:

    L’ultimo ricordo buffo di livorno e dei livornesi anche se non condivido assolutissimamente associarr la politica al calcio..è bandiera rossa cantata da tutto lo stadio durante la partita del LIVORNO contto ilMILAN di BERLUSCONI… ah ah ah ah sti livornesi …COTTO O CRUDO DÉ..

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *