Caro Paolo ti scrivo…

 

Caro Paolo, come stai?

 

Ti ho visto in tv dalla mamma del mio fidanzato* giorni fa, che ho pensato, guarda come gli assomiglia, ed eri proprio tu che commentavi una partita di calcio.
Comunque ti avrei scritto lo stesso.
Perché parto.
E ogni volta che parto** giro per casa e scelgo cosa portarmi da leggere, e indovina?
🙂
Il Morgante non sono riuscita a finirlo perché la mia vita è un tale caos che non ho più molto tempo per leggere, che un po’ è come dire non aver tempo di mangiare o respirare, e difatti, se vedi come son sempre col fiato corto e anche dimagrita.
Vado in Israele e Palestina, che se ti dovessi dire non ho mai capito dove geograficamente finisce l’uno e inizi l’altra. Che è uno dei motivi per cui ci vado.
E un altro è per vedere se riesco a finire il Morgante.
Ecco.
Ti auguro di passare una buona Pasqua, che in tanti non ci fanno caso e invece è importante. La festa più importante per me.
Per questo ti faccio un augurio di cuore.
Sonia

 

* Il mio fidanzato è poi il vampiro di cui ti scrissi il primo dell’anno. Ovvio che questa è una mia opinione, probabilmente falsata. Spero.
Sennò vorrebbe dire che sono di fuori.
O che la vampira sono io.
** E se ti ricordi anche quando andai in Vietnam ti scrissi.
2 commenti
  1. Avatar
    Sulma Caribotti dice:

    Lettura piacevolissima, divertente e descrittiva, belle le cose che hai fatto e che stai facendo, ti auguro tutto ciò che desideri, appena possibile incontriamoci. A presto..

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *